Emicrania

L'emicrania è una forma primaria estremamente diffusa di mal di testa e viene trattata dall'Osteopatia con un ampio margine di successo.

L'emicrania è caratterizzata dal fatto che si manifesta solo da un lato del cranio.

Interessa soprattutto il sesso femminile (vedi anche mal di testa in gravidanza) e può manifestarsi anche in età pediatrica (vedi mal di testa nel bambino).

Sintomi dell'emicrania

Il dolore si manifesta da un lato della testa, coinvolgendo soprattutto la regione sopra l'occhio e la regione temporale.

L'emicrania esordisce in maniera lieve ma può aumentare col passare delle ore; inoltre il dolore è generalmente pulsante e tende a peggiorare con il movimento.

Il peggioramento a causa del movimento costringe il Paziente a interrompere qualsiasi attività, soprattutto lavorativa, pertanto l'emicrania costituisce un problema non trascurabile.

Questo anche in considerazione del fatto che l'emicrania può durare da 4 ore a 3 giorni e può manifestarsi con una frequenza variabile da pochi attacchi in un anno a 2 o 3 episodi alla settimana.

Le emicranie più importanti sono estremamente invalidanti poiché impediscono letteralmente al Paziente di gestire un'attività lavorativa in maniera efficace e, più in generale, qualsiasi altra attività.

L'emicrania spesso è associata a una sertie di sintomi fra cui i più frequenti sono:

Questi fattori, uniti alla dolorabilità al movimento, costringono spesso il Paziente a sdraiarsi da solo in una stanza al buio e a rimanere in questa situazione per tutta la durata dell'attacco.

Altri sintomi associati possono essere calo del livello di concentrazione, sudorazione con brividi, pallore, dolore addominale, diarrea e frequente necessità di urinare.

Fasi dell'emicrania

L'emicrania si sviluppa secondo schemi ricorrenti, tanto che è possibile individuare quattro fasi precise e distinte fra loro.

Fase prodromica

Qualche ora prima o qualche giorno prima che si manifesti l'emicrania, in più della metà dei casi si manifestano particolari sintomi definiti sintomi prodromici.

In basso citiamo i principali:

Questi particolari segnali, quando si manifestano, possono comparire singolarmente o in maniera associata.

Presenza di aura

Nella fase immediatamente precedente lo sviluppo dell'emicrania, vale a dire 10 o 30 minuti prima, in molti casi si manifesta la cosiddetta aura.

Si definisce aura un insieme di sintomi prevalentemente visivi che vengono descritti come abbagliamenti di piccola entità, sensazioni simili ai momenti successivi a quando si fissa una luce intensa, scintillii geometrici, limitazione del campo visivo, annebbiamento e simili.

Talvolta l'aura si manifesta da sola, senza essere seguita da emicrania: in questi casi si parla di emicrania silenziosa.

Fase dell'emicrania

È la fase in cui si manifesta l'emicrania vera e propria, secondo le modalità sopra descritte.

Fase di risoluzione

Nella maggior parte dei casi, un volta finito l'attacco, i sintomi dell'emicrania tendono a svanire gradualmente in maniera spontanea.

In questa fase il Paziente necessita ancora di un periodo di riposo di durata variabile a seconda dell'entità dell'attacco.

In caso di attacchi lievi in qualche ora si risolve tutto mentre gli attacchi più aggressivi lasciano uno strascico di sintomi che può durare anche qualche giorno dopo la risoluzione.

I sintomi che si manifestano in fase di risoluzione sono simili a quelli che si manifestano in fase prodromica ma, contrariamente ai primi, tendono a diminuire in maniera progressiva.

Cause dell'emicrania

Possono essere identificati alcuni precisi fattori scatenanti:

Tuttavia nella maggior parte dei casi l'emicrania insorge in maniera spontanea, senza un motivo apparente.

Quindi, in conclusione, l'emicrania ha un'origine sconosciuta.

Esistono alcune teorie:

Rimedi tradizionali per l'emicrania

L'intervento terapeutico sull'emicrania avviene a due livelli: preventivo e acuto.

Terapia profilattica

Nei casi più gravi, quando i sintomi si manifestano con una certa frequenza e intensità, viene proposta una terapia preventiva.

Vale a dire una terapia farmacologica da effettuarsi nei momenti di remissione dell'emicrania (nelle fasi in cui l'emicrania non si manifesta) allo scopo di prevenire la frequenza e l'intensità dei suoi attacchi.

I farmaci che vengono utilizzati maggiormente sono:

Terapia in fase acuta

Quando il mal di testa si sviluppa in maniera conclamata vengono utilizzati i seguenti farmaci:

I farmaci possono costituire un fattore di rischio in caso di gravidanza per cui ,in questi casi, vengono somministratti in maniera limitata.

Trattamento osteopatico dell'emicrania

Il trattamento osteopatico dell'emicrania non differisce in maniera sostanziale dal trattamento delle altre forme di mal di testa.

L'emicrania infatti, pur possedendo caratteristiche espressive proprie, è sempre riconducibile, in ultima analisi, a disfunzioni dinamiche dell'organismo.

A riprova di ciò è possibile constatare l'enorme successo terapeutico da parte dell'Osteopatia nei confronti di queso disagio.

E questo anche in situazioni particolarmente inveterate, invalidanti, nelle forme resistenti ai farmaci e nei casi, per così dire, disperati.

L'Osteopatia infatti riesce a risalire all'origine del problema, al nocciolo della questione, risolvendo e sciogliendo dall'interno quelle tensioni responsabili dei sintomi dolorifici specifici e dell'invalidità generale che da essi deriva.

In caso di emicrania spesso si riscontrano disfunzioni osteopatiche a livello del sistema cranio sacrale con coinvolgimenti più o meno diretti sulle strutture vascolari intracraniche.

I vasi intracranici, cioè le arterie e le vene che passano all'interno del cranio, prevalentemente transitano in sdoppiamenti della meninge esterna, quindi tensioni cranio sacrali sulla base del cranio e sulla meninge esterna portano tensioni dirette sulle pareti dei grandi vasi.

Esistono poi molti altri settori su cui è possibile intervenire da un punto di vista osteopatico, zone in cui spesso sono annidate disfunzioni responsabili di emicrania e mal di testa.

Per avere una descrizione più dettagliata del trattamento potete consultare la sezione sul trattamento osteopatico del mal di testa.

Condividi questo articolo sui social