Dispareunia

Lo Studio di Osteopatia di Paolo Saccardi tratta la dispareunia introitale.

La dispareunia, cioè l'impedimento doloroso durante lo svolgimento dell'atto sessuale, è un problema che coinvolge le Pazienti piuttosto in alta percentuale.

Questo tipo di problema tradizionalmente viene affrontato sia sotto il profilo ginecologico che sotto quello psicologico.

Tuttavia in un alto numero di casi un problema di tipo osteopatico è alla base di tale disturbo in maniera primaria.

Osteopatia e dispareunia

dispareunia, Osteopatia Genova
Il pavimento pelvico
Testut-Latarjet, Anatomia Umana
UTET, Vol.VI, pag.351

Il dolore alla penetrazione spesso è dovuto semplicemente ad uno stato di contrattura della parete della vagina o, ancor più frequentemente, ad una contrattura del pavimento pelvico.

Come si può osservare dal disegno la vagina e l'uretra transitano attraverso un anello muscolare costituito dalla porzione anulare del muscolo elevatore dell'ano (freccia rossa). Il retto rimane in una situazione posteriore.

Tale muscolo, al di là della funzione omonima, costituisce parte integrante del pavimento pelvico, vale a dire il piano muscolare che chiude in basso il piccolo bacino.

Vagina, retto e uretra transitano pertanto nella compagine delle sue fibre per aprirsi infine verso l'esterno.

Uno stato di contrattura da parte di questo muscolo può andare a strozzare tali organi creando problemi di transito al loro interno.

Naturalmente la vagina durante l'atto sessuale viene impegnata in maniera molto diversa rispetto agli altri suddetti organi nell'espletamento delle loro funzioni.

Pertanto un'eventualità del genere può senza dubbio provocare una dispareunia pur senza influenzare gli aspetti escretori.

In altri casi le disfunzioni di sacro e coccige sono responsabili di alterazioni dinamiche del pavimento pelvico e quindi di un problema di contrattura locale.

Più raramente la responsabilità di tale problema è da attribuirsi ad una contrattura della parete della vagina.

La valutazione deve essere effettuata di volta in volta ma in ogni caso problemi di questo tipo hanno tutti una base osteopatica.

Per quanto riguarda la modalità di intervento, essa dipende dal tipo di problema che si riscontra in fase di esame.

Per inciso comunque le manovre interne sono molto rare poiché per lo più legate a disfunzioni vaginali di tipo primario, appunto piuttosto rare.

In ogni caso per un problema di coito dolorsoso un intervento osteopatico è indispensabile.

Per risolvere stabilmente questo tipo di problema infatti non si può prescindere da un riequilibrio del bacino, del pavimento pelvico e delle strutture adiacenti.

L'Osteopatia arriva direttamente all'origine del problema, Quindi un intervento osteopatico è fortemente consigliato in caso di dispareunia.

Casi reali

Riporto il caso di una Paziente di 55 anni recante un problema di dispareunia associato a lombalgia di grado elevato.

All'esame osteopatico presentava una restrizione importante all'arcata zigomatica destra con un'anteriorità sacrale sempre sul lato destro; inoltre presentava una restrizione sui quadranti destri del pavimento pelvico e una extra-rotazione della tibia destra.

Corrette le disfunzioni sono scomparsi entrambi i problemi poiché essi erano espressioni di un medesimo quadro disfunzionale.

Cioè il blocco del sacro e la contrattura del pavimento pelvico erano responsabili sia del mal di schiena che del dolore al momento del coito.

In ogni caso è corretto informare che una buona percentuale di queste Pazienti possono essere vittime di problemi di natura somato-emozionale oltre che specifici della sfera ginecologica.

Tuttavia, ad esclusione di simili eventualità, una revisione osteopatica è fortemente consigliata per problemi di dispareunia.

Condividi questo articolo sui social