Sovraspinato e cuffia dei rotatori

L'Osteopatia è utile nel trattamento del sovraspinato e della cuffia dei rotatori.

Spesso si riscontrano lesioni dei tendini della cuffia dei rotatori e in particolare lesioni del muscolo sovraspinato.

Si definisce cuffia dei rotatori il complesso dei tendini che avvolgono la testa dell'omero e lo tengono saldamante unito alla scapola.

Questi tendini sono relativi ai muscoli sovraspinato, sottopinato, piccolo rotondo e sottoscapolare; a essi si deve aggiungere il tendine del capo lungo del bicipite che si trova in rapporti molto intimi con la cuffia dei rotatori.

Dal momento che questi tendini avvolgono la testa dell'omero completamente, nel loro complesso ricordano effettivamente un copricapo o meglio una cuffia.

E dato che, ognuno singolarmente, ruota l'omero in una determinata direzione, nel loro insieme vengono denominati appunto cuffia dei rotatori.

La cuffia dei rotatori è la struttura più intima dell'articolazione scapolo omerale poiché aderisce alla capsula articolare e mantiene la testa dell'omero posizionata esattamente al centro della glena omerale della scapola.

Lesione del tendine del muscolo sopraspinato
Lesione del tendine del muscolo sopraspinato
(appartiene alla cuffia dei rotatori)

Lo squilibrio dei muscoli della cuffia dei rotatori ha gravi conseguenze sulla dinamica dell'articolazione scapolo omerale poiché costringe la testa dell'omero a lavorare fuori dal proprio asse fisiologico.

Questo porta l'articolazione a usurarsi.

Spesso tuttavia è proprio la stessa cuffia dei rotatori a rovinarsi, fino al punto di lesionarsi da un punto di vista anatomico.

L'impingement o conflitto subacromiale rientra in questa casistica me merita una trattazione a parte a causa della sua specificità.

Sintomi della lesione della cuffia dei rotatori

La lesione di un tendine generalmente è asintomatica per un semplice motivo: il tendine non è innervato, non presenta recettori dolorifici.

In altri termini un tendine lesionato non è causa di dolore alla spalla.

Può succedere che un dolore alla spalla sia accompagnato da una lacerazione dei tendini della cuffia dei rotatori e del sovraspinato.

In questi casi la lacerazione tendinea viene spesso considerata causa di dolore alla spalla ma spesso, dopo la riparazione del tendine, il Paziente continua a riferire dolore alla spalla.

Inoltre è facile costatare come molte lesioni tendinee vengano evidenziate in referti di Pazienti totalmente asintomatici.

Per questi motivi è facile constatare come la lesione della cuffia dei rotatori sia spesso un falso bersaglio.

Il dolore alla spalla dipende in realtà da disfunzioni meccaniche della spalla, cioè dal fatto che la spalla non si muove nella maniera corretta e le parti interne presentano incongruenze funzionali.

Questa situazione porta, tra l'altro, anche ad una lacerazione dei tendini che avviene progressivamente nel corso del tempo.

La maggior parte dei Pazienti con lesioni alla cuffia dei rotatori riferisce di non aver mai svolto attività particolarmente gravose né di aver mai effettuato particolari movimenti traumatici.

Questo tipo di lesione avviene in maniera progressiva in seguito ad un malfunzionamento dell'articolazione.

Trattamento osteopatico della cuffia dei rotatori

L'Osteopatia tratta con successo i problemi inerenti alla cuffia dei rotatori.

Tuttavia, in caso di lesione della cuffia dei rotatori, al fine di stabilire una linea terapeutica efficace è necessario valutare in via prioritaria l'entità del danno.

Certamente una lesione tendinea non potrà essere ridotta manualmente e quindi in questi casi può essere necessario valutare la possibilità di una ricostruzione chirurgica della cuffia.

In ogni caso, al fine di ottenere risultati efficaci e duraturi nel tempo, non si può prescindere da un riequilibrio di tipo funzionale: bisogna comunque ripristinare la corretta dinamica dell'articolazione.

Bisogna considerare infatti che una lesione tendinea è sempre il risultato di uno squilibrio funzionale per cui se non si risolve per prima cosa la disfunzione meccanica della spalla qualsiasi intervento sarà destinato a non dare risultati stabili.

Anche nell'ipotesi di un intervento di ricostruzione chirurgica è comunque necessario ripristinare la funzione dinamica al fine di non incorrere in recidive.

Inoltre il trattamento osteopatico è efficace contro il dolore che spesso costituisce proprio il motivo di consultazione primario per un problema di spalla.

L'Osteopata non tratta la cuffia dei rotatori in maniera settoriale ma il trattamento della cuffia dei rotatori si colloca nel più ampio protocollo di trattamento osteopatico della spalla.

Condividi questo articolo sui social