Mal di testa nel bambino

Almeno un bambino su quattro riferisce di avere avuto un attacco di mal di testa durante l'intero periodo scolastico.

Il mal di testa in età pediatrica è un problema relativamente diffuso, anche se si manifesta con intensità minore rispetto all'età adulta.

Durante l'infanzia prevalgono le emicranie mentre in adolescenza le cefalee tensive; invece fortunatamente la cefalea a grappolo è rarissima in età pediatrica.

Per quanto riguarda l'intervento terapeutico, da un punto di vista classico la soluzione terapeutica proposta è identica a quella degli adulti: terapia d'attacco e terapia profilattica, entrambe basate su protocolli farmacologici.

Dal momento che la cefalea in età pediatrica si manifesta con le stesse identiche modalità dell'età adulta ed è basata sugli stessi presupposti eziologici, anche in età pediatrica l'Osteopatia costituisce un rimedio assolutamente risolutivo ed efficace.

Il bambino e l'adolescente infatti sono soggetti ai medesimi adattamenti osteopatici degli adulti, pertanto l'approccio osteopatico è assolutamente identico.

La differenza sta soprattutto nel significato clinico e nelle conseguenze del mal di testa sulla qualità di vita del giovane Paziente.

Al di là del disagio in sé infatti, in età scolare un problema di mal di testa può creare limitazioni importanti nei processi di concentrazione e di apprendimento, nell'attività motoria, nelle relazioni sociali creando disagi che si riflettono non solo nel rendimento scolastico ma nel processo di sviluppo in generale.

Pertanto il trattamento osteopatico in età pediatrica, e questo non solo per quanto riguarda il mal di testa, assume una valenza ancora più importante rispetto a quello in età adulta.

Spesso si riesce non solo a eliminare un sintomo invalidante maletteralmente a restituire un nuovo stile di vita al bambino aprendogli nuove possibilità e nuove prospettive evolutive.

Condividi questo articolo sui social