FAQ - Domande ricorrenti

Osteopatia Genova

Reviewed Item
Author Rating
5 / 5
Value

Quanto costa l’Osteopatia?

Il costo globale di un intero trattamento dipende dal numero di sedute necessarie. Tuttavia è necessario evidenziare alcuni importanti aspetti.

Il numero di sedute, in media, è sempre piuttosto basso. Le correzioni infatti permangono nel tempo per cui, al di là di casi eccezionali, una volta effettuate non è necessario rivedere il Paziente.

Le sedute sono sempre e comunque diradate nel tempo, pertanto il costo viene diluito.

Inoltre, se il problema non è di natura osteopatica, il ciclo di trattamenti viene interrotto a partire dalla prima seduta senza spendere nulla.

Infine bisogna considerare i risultati che si ottengono. L’Osteopatia garantisce una percentuale di successo altissima e questo sposta a proprio vantaggio, rispetto ad altri metodi, il rapporto qualità/prezzo.

L’Osteopatia è dolorosa?

No.

Le tecniche sono tutte molto delicate e non è prevista alcuna manovra dolorosa.

Anzi, è sbagliato credere che "sentire male prima farà stare meglio dopo".

Osteopatia e osteoporosi sono la stessa cosa?

No.

Molti Pazienti sono fuorviati dall’assonanza dei termini. L’osteoporosi è un problema che riguarda l’osso ma che non ha nulla a che vedere con l’Osteopatia.

Che differenza c’è tra Osteopatia e Fisioterapia?

Per Fisioterapia si intende un insieme di metodiche fisiche che, per quanto numerose e variegate, sono tutte caratterizzate dal comune orientamento terapeutico verso la cura dei sintomi.

L’Osteopatia risale invece alle cause primarie dei problemi.

Questa può essere considerata la differenza fondamentale tra i due tipi di approccio da cui dipendono, come conseguenza, tutte le altre differenze tecniche e metodiche.

L’Osteopatia ha elementi in comune con le discipline orientali?

L’Osteopatia nasce negli Stati Uniti e si basa su presupposti anatomici in senso stretto.

Tuttavia l’approccio olistico, cioè mirato alla cura del corpo nel suo insieme, è un elemento presente anche nelle discipline orientali.

L’Osteopatia è riconosciuta in Italia? E nel resto del mondo?

Attualmente l’Osteopatia è riconosciuta ufficialmente negli Stati Uniti, in Canada, in Australia, in Nuova Zelanda, in Israele, in Gran Bretagna e in Francia.

In Europa ha crescente diffusione ed è regolamentata dalla Federazione Europea degli Osteopati.

Gli Osteopati italiani escono esclusivamente da scuole conformate alle direttive del ROI (Registro degli Osteopati d’Italia), ufficialmente riconosciuto dalla Federazione Europea degli Osteopati.

L’Osteopatia presenta rischi?

No.

Tutte le manovre sono basate sull’anatomia umana e nessuna manovra osteopatica presenta alcun tipo di rischio.

L’Osteopatia può essere praticata in età pediatrica?

Sì.

Anzi sui Pazienti giovani si hanno i risultati migliori poiché i quadri lesionali non hanno ancora creato danni o adattamenti irreversibili sulle strutture e sui tessuti.

L’Osteopatia può essere praticata sugli anziani?

Sì.

Un quadro lesionale può essere corretto in qualsiasi momento.

È evidente che i risultati finali non potranno essere paragonabili a quelli che si potrebbero ottenere su un giovane ma un sollievo generale si potrà comunque avere.

Inoltre non si corre alcun tipo di rischio poiché le manovre sono sempre e comunque molto delicate e assolutamente indolori.

L’Osteopatia è indicata in gravidanza?

Sì.

L'Osteopatia è indicata prima del parto allo scopo di liberare le articolazioni del bacino per avere una dinamica pelvica ottimale.

Ed è indicata dopo il parto allo scopo di riequilibrare nuovamente il bacino che molto spesso, in seguito alle forti dilatazioni a cui è sottoposto, acquisisce nuovamente atteggiamenti lesionali.

L’Osteopatia può essere praticata in caso di osteoporosi?

Sì.

Le tecniche osteopatiche non presentano alcun tipo di rischio; esistono tecniche rivolte alle articolazioni in maniera diretta ma sono facilmente intercambiabili con altre più delicate ed altrettanto efficaci.

L’Osteopatia può essere praticata in caso di malattie gravi?

Sì, sotto supervisione e controllo medico.

Naturalmente senza alcuna pretesa di risolvere situazioni al di fuori delle proprie competenze, in alcuni casi l'Osteopatia può portare sollievo e un riequilibrio funzionale là dove possibile.

L’Osteopatia può essere praticata in menopausa?

Sì.

La menopausa è una situazione assolutamente fisiologica e naturale e non costituisce, di per sé, un impedimento alla pratica osteopatica.

L’Osteopatia ha una base psicologica?

No.

L’Osteopatia funziona anche su "chi non ci crede".

L’Osteopatia può essere praticata sugli animali?

Sì.

Gli animali superiori, così come gli esseri umani, possono essere affetti da lesioni osteopatiche.

I cani che "corrono storti", per esempio, presentano una dinamica particolare definita "strain" che si riscontra anche sulle persone.

Anche gli animali possono essere trattati con tecniche osteopatiche. L’Osteopatia è praticata sui cavalli da corsa.

Lo Studio comunque non tratta animali.